| 1 commenti ]

conviminA dieci anni di distanza dall’ultimo disco di inediti (Sono io, l’uomo della storia accanto, del 2003), oggi, 18 Maggio, Claudio Baglioni dà il via ad un nuovo progetto musicale.  Come annunciato in televisione da Fazio Domenica scorsa,  non si tratta del classico “nuovo cd”, ma di un work in progress che prevede per ora l’uscita del solo brano Con Voi, a cui faranno seguito altre canzoni che verranno scritte e rilasciate da Baglioni sui principali store di musica on line, con una cadenza periodica per ora non precisata (una o due canzoni al mese, sembrerebbe di capire, per un periodo di sei mesi o un anno).

Baglioni ha spiegato di ritenere il classico CD, che contiene canzoni, per chi le ha composte, già “vecchie” al momento dell’uscita, come una forma di creazione e diffusione superata nell’era di Internet e dei social network.  L’intento del progetto “Con Voi” sarebbe quello di garantire all’autore la possibilità di produrre canzoni che colgano in maniera immediata lo spirito del momento, costruendo, nel corso dei mesi, un percorso musicale condiviso col pubblico, di cui è impossibile prevedere oggi lo sviluppo e la meta. Una totale libertà quindi per l’autore e, forse, un’occasione per i fan di assistere, se non  partecipare in qualche maniera, alla fase creativa invece di essere, come di consueto, solamente puri fruitori di un prodotto pensato e realizzato in solitudine, dall’artista, molti mesi prima.

Come ha scritto Claudio Baglioni ieri sera sul suo diario di Facebook:

Penso che questo sia il tempo di trovare un'altra immensità, diventare liberi e di salvare la speranza nella verità. Ho passato gli ultimi anni a capire quale dovesse essere il sensbaglionio del fare un mestiere come il mio nell'epoca della Rete e dei social network, nella consapevolezza che, se loro hanno cambiato, radicalmente, il nostro modo di vivere la musica, io dovevo cambiare il mio modo di farla. Non più chiuso in uno studio di registrazione, per tirar fuori un album che nasce già vecchio, ma le vostre voci, le vostre impressioni, i vostri stati d’animo sono la materia che mi permette di lavorare a canzoni letteralmente “nuove”, camminando, fianco a fianco, verso una meta che scopriremo solo quando la raggiungeremo. Perché se c'è un fine in questo viaggio non c'è fine mai. Sarà un onore un privilegio essere gli eroi, se questo sogno sarà con voi”.

E ora, in anteprima per voi… ConVOI:

 

| 0 commenti ]

Un articolo dell’economista Eugenio Benettazzo, sui cambiamenti epocali che hanno stravolto l’italia e il mondo negli ultimi trent’anni.  Una riflessione divertente, da leggere prima di andare a votare.

Quando frequentavo gli ultimi anni delle scuole elementari vi era una curiosa espressione oggi completamente in disuso che si adoperava soprattutto tra i ragazzini per mandare al diavolo un tuo coetaneo: ma và in Cina ! Forse qualcuno se lo ricorda ancora. L'allusione era riferita ad un posto molto lontano, di cui non si conosceva praticamente niente e che veniva descritto come un paese più povero della Russia o del Messico. Era il 1983: quanti fatti ed eventi hanno caratterizzato quasi in maniera karmica quell'anno agli inizi dei mitici Ottanta. Nasce Arpanet, di fatto la prima rete embrionale di computer da cui si sviluppa dieci anno dopo il world wide web, l'IBM è la più prestigiosa società americana nel mondo, un giovane Steve Jobs inventa Lisa, il primo personal computer della Apple, la riconferma elettorale in Inghilterra di Margaret Thatcher sublima la teoria liberista di Milton Friedman, chi è gay si vergogna a dirlo, vengono arrestati in Brasile i due boss mafiosi, Tommaso Buscetta e Tano Badalamenti, che danno il via al lento declino di Cosa Nostra in Sicilia, la cocaina è la droga dei ricchi, Pippo Baudo scopre e lancia alla ribalta il giovane comico irriverente Beppe Grillo, Giovanni Paolo II annuncia a tutti il Giubileo della Redenzione, lo status symbol della ricchezza diventa possedere un telefono portatile, quasi tutto quello che vale e costa soldi è fatto in Giappone, il mondo si regge ancora sul dualismo capitalismo contro comunismo, l'auto di tutti i sogni rimane incontrastata l'inglese Rolls Royce, se hai bisogno di qualcosa consulti le Pagine Gialle.

 




L'Aids è appena stato scoperto, l'Italia, governata da una coalizione tra DC, PSI e PSDI, è considerata il paese più bello al mondo in cui vivere, i migliori giocatori di calcio del mondo vengono a giocare nel campionato italiano, il sogno di molti teenager è aprire e gestire un negozio di dischi in vinile,  la CIA studia continuamente un piano per eliminare il Colonnello Gheddafi, chi guadagna due milioni di vecchie lire fa parte dell'alta borghesia italiana, le donne più sexy e desiderate al mondo sono bionde, le prostitute sulle strade sono bianche, Michael Jackson si esibisce per la prima volta lanciando il moonwalk e annuncia che si farà ibernare per diventaritorno al futurore immortale, in Italia arriva al cinema il film Rambo che racconta la storia di un reduce della guerra in Vietnam, il regista Robert Zemeckis inizia a girare Ritorno al Futuro con Michael J. Fox. Ora, chi avesse visto il film si ricorderà la epica scena in cui Marty McFly incontra Emmett Doc Brown dopo essere ritornato nel 1955 con una macchina del tempo proprio da lui creata. Quest'ultimo per metterlo alla prova gli chiede chi sarà il presidente degli USA nel 1983, alla risposta di Ronald Reagan, Doc Brown scoppia a ridere dicendo “e il vicepresidente chi sarebbe? Jerry Lewis ! Riflettete un momento se adesso potessimo rivivere anche noi questa opportunità come Marty e ritornare indietro nel tempo per raccontare a noi stessi o ai nostri cari che mondo ci troveremmo a vivere tra trent'anni.


Pensate quanto saremmo anche noi stupefatti ed avremmo una reazione simile a quella di Doc Brown. Tanto per cominciare dovremmo dire che la Cina sarà la più grande fabbrica del mondo, destinata a superare gli USA entro il 2020, l'IBM è diventata cinese e adesso si chiama Lenovo, quasi tutto quello che si compra è Made in China, tranne i beni alimentari, Mosca è la città con il più alto numero di miliardari tra tutte le metropoli, Gheddafi è stato ucciso non dalla CIA ma da una rivolta di giovani ragazzi libici. L'uomo più ricco del mondo è un messicano, i più grandi calciatori italiani vanno a giocare all'estero, i volumi delle Pagine Gialle servono per tenere fermi i piedi traballanti di qualche vecchio divano di casa, il comunismo è fallito in tutto il mondo ma in Italia esiste ancora il PCI, in Francia legalizzano il matrimonio tra gli omosessuali e il Papa dopo qualche settimana si dimette, tutti fanno il possibile per rendere pubblica la propria vita privata grazie ai social network. Steve Jobs diventa un guru e icona internazionale, possedere un computer Apple è un must sociale, la cocaina si trasforma nella droga dei poveri, la Rolls Royce è diventata un auto tedesca, le donne più sexy e desiderate diventano more, Michael Jackson è morto di overdose, i negozi di dischi musicali non esistono più.


Andare a Londra con un volo lowcost costa meno che fare la spesa al supermercato, ilnumero dei divorzi ha superato quello dei matrimoni, a diciotto anni le ragazze teenager sognano di rifarsi le tette per regalo di compleanno, la prima casa non è più unbeppe grillo bene rifuglio, chi è veramente ricco non ha il telefono cellulare, le auto sportive più ambite sono diventate le Subaru, chi è gay fa il possibile per farlo sapere al mondo, la mafia è stata soppiantata dall'ndragheta che si è trasferita nel frattempo nel Nord Italia. La laurea non consente più di smarcarsi socialmente, il Vietnam è il primo paese al mondo per crescita di abbonamenti annui ad un telefono cellulare, chi guadagnava come stipendio mensile 2.000.000 di lire italiane è praticamente quasi un indigente, le banche più grandi del mondo hanno rischiato di fallire perchè le hanno obbligate negli anni prima a prestare denaro a chi non se lo poteva permettere, il Giappone è il paese più indebitato del mondo, le teorie di Milton Friedman, osannate da Reagan e Thatcher, sono il più grande fallimento economico della civiltà umana, la recita di Natale all'asilo è diventata un affare di stato, le prostitute sulle strade sono negre, si paga per iscriversi in circoli privati in cui si fa a turno a fornicare con la moglie degli altri, Pippo Baudo è ancora in televisione e Beppe Grillo è diventato l'esponente politico più osannato o più denigrato dall'elettorato italiano. Buone elezioni a tutti.

(Fonte: http://www.eugeniobenetazzo.com/cambiamenti-epocali.htm)

| 0 commenti ]

Una chiara esposizione di cosa sono i mutui subprime, i derivati e i cosiddetti titoli spazzatura e di come abbiano potuto scatenare una crisi finanziaria di dimensioni mondiali.

 

Helga è la proprietaria di un bar, di quelli dove si beve forte.

Rendendosi conto che quasi tutti i suoi clienti sono disoccupati e che quindi dovranno ridurre le consumazioni e frequentazioni, escogita un geniale piano di marketing, consentendo loro di bere subito e pagare in seguito. Segna quindi le bevute su un libro che diventa il libro dei crediti (cioè dei debiti dei clienti).

wirtschaftskrise 2 f

La formula “bevi ora, paga dopo” è un successone: la voce si sparge, gli affari aumentano e il bar di Helga diventa il più importante della città.

wirtschaftskrise 3 f

Lei ogni tanto rialza i prezzi delle bevande e naturalmente nessuno protesta, visto che nessuno paga: è un rialzo virtuale. Così il volume delle vendite aumenta ancora.

wirtschaftskrise 4 f

La banca di Helga, rassicurata dal giro d’affari, le aumenta il fido. In fondo, dicono i risk manager, il fido è garantito da tutti i crediti che il bar vanta verso i clienti: il collaterale a garanzia.

wirtschaftskrise 5 f

Intanto l’Ufficio Investimenti & Alchimie Finanziarie della banca ha una pensata geniale. Prendono i crediti del bar di Helga e li usano come garanzia per emettere un’obbligazione nuova fiammante e collocarla sui mercati internazionali: gli Sbornia Bond.

wirtschaftskrise 6 f

I bond ottengono subito un rating di AA+ come quello della banca che li emette, e gli investitori non si accorgono che i titoli sono di fatto garantiti da debiti di ubriaconi disoccupati. Così, dato che rendono bene, tutti li comprano. 

Conseguentemente il prezzo sale, quindi arrivano anche i gestori dei Fondi pensione a comprare, attirati dall’irresistibile combinazione di un bond con alto rating, che rende tanto e il cui prezzo sale sempre. E i portafogli, in giro per il mondo, si riempiono di Sbornia Bond.

wirtschaftskrise 7 f

Un giorno però, alla banca di Helga arriva un nuovo direttore che, visto che in giro c’è aria di crisi, tanto per non rischiare le riduce il fido e le chiede di rientrare per la parte in eccesso al nuovo limite.

A questo punto Helga, per trovare i soldi, comincia a chiedere ai clienti di pagare i loro debiti. Il che è ovviamente impossibile essendo loro dei disoccupati che si sono anche bevuti tutti i risparmi.

wirtschaftskrise 8 f

Helga non è quindi in grado di ripagare il fido e la banca le taglia i fondi.

Il bar fallisce e tutti gli impiegati si trovano per strada.

wirtschaftskrise 9 f

Il prezzo degli Sbornia Bond crolla del 90%.

La banca che li ha emessi entra in crisi di liquidità e congela immediatamente l’attività: niente più prestiti alle aziende. L’attività economica locale si paralizza.

wirtschaftskrise 10 f

Intanto i fornitori di Helga, che in virtù del suo successo, le avevano fornito gli alcolici con grandi dilazioni di pagamento, si ritrovano ora pieni di crediti inesigibili visto che lei non può più pagare.

Purtroppo avevano anche investito negli Sbornia Bond, sui quali ora perdono il 90%.

Il fornitore di birra inizia prima a licenziare e poi fallisce.

wirtschaftskrise 11 f

Il fornitore di vino viene invece acquisito da un’azienda concorrente che chiude subito lo stabilimento locale, manda a casa gli impiegati e delocalizza a 6.000 chilometri di distanza.

Per fortuna la banca viene invece salvata da un mega prestito governativo senza richiesta di garanzie e a tasso zero.

wirtschaftskrise 12 f

Per reperire i fondi necessari il governo ha semplicemente tassato tutti quelli che non erano mai stati al bar di Helga perché astemi o troppo impegnati a lavorare.

wirtschaftskrise 13 f

Bene, ora potete dilettarvi ad applicare la dinamica degli Sbornia Bond alle cronache di questi giorni, giusto per aver chiaro chi è ubriaco e chi sobrio.

[Fonte: Zeusnews. Liberamente tradotto da: Safog.com]


| 0 commenti ]

In questi giorni di crisi economiche internazionali e vergogne politiche locali, penso faccia bene alzarsi in volo e guardare le cose dall'alto.


[Filmato in time-lapse ripreso dalla ISS (Stazione Spaziale Internazionale)]

Ma io perdono la Terra,
sono figlio suo, in spirito e carne,
e per i secoli prometto
di continuare il mio volo
al di sopra al di sopra dei bombardamenti,
delle tele-radiomenzogne,
che la stringono con le loro volute,
al di sopra delle donnaccole che baldanzosamente
ballano lo streep-tease
per i soldati nel Vietnam,
al di sopra della tonsura
del frate
che vorrebbe volare, ma è imbarazzato dalla sottana,
al di sopra della censura
che nella sua tonacaccia, inghiottì in Spagna le ali dei poeti...
(Evgenij A.Evtusenko - Sono Gagarin, il figlio della Terra)


[L'Italia dalla ISS in una foto dell'astronauta Paolo Nespoli]

| 0 commenti ]

In giro c'è una disaffezione sempre più pronunciata nei confronti della Scienza. Mi accorgo che colleghi, conoscenti e amici, sempre più spesso danno credito a teorie ed affermazioni che non sono altro che vecchie superstizione rivestite in abiti moderni.

E' stranamente difficile far capire alle persone che esiste un confine netto tra le verità supportate dall'evidenza delle osservazioni e delle sperimentazioni e le ipotesi fondate nient'altro che su se stesse. Molti danno la colpa di questa situazione alla scuola, ancora incapace di educare al metodo scientifico, o ai mezzi di informazione, che parlano di Scienza solo in termini sensazionalistici e danno lo stesso rilievo (o più) a mille baggianate pseudoscientifiche.
Io penso che almeno un po' di responsabilità sia però degli stessi scienziati, incapaci il più delle volte, di comunicare il senso del mistero e lo stupore che inevitabilmente incontra chi contempla l'Universo con mente aperta, sanamente scettica e libera da condizionamenti.
Per questo, ogni tanto, torno a guardarmi i video della serie Simphony of Science e cerco di condividerli il più possibile con i miei contatti.
Queste brevi clip, dove i migliori divulgatori degli ultimi anni vengono "messi in musica", risvegliano il perduto senso di meraviglia per i temi della Scienza. Complice la musica, diventa impossibile non sentire il brivido della "Poesia della Realtà".

There's real poetry in the real world
Science is the poetry of reality [Richard Dawkins]



Il video qui sopra è forse il più significativo e l'ho pubblicato nella versione con i sottotitoli in Italiano, anche se la qualità audio/video di questa versione è inferiore all'originale. I video seguenti sono invece nella versione originale, senza sottotitoli. Provvederò a pubblicarne la traduzione dei testi in Italiano appena possibile.
Per altri video della serie, visitare: The Symphony of Science.


| 0 commenti ]

Come sapete il 6 luglio l’AgCom voterà una delibera con cui si arrogherà il potere di oscurare siti internet stranieri e di rimuovere contenuti da quelli italiani, in modo arbitrario e senza il vaglio del giudice.

Cosa si può fare?censura_web

Andare alla pagina di Agorà Digitale in cui sono raccolti tutti i link, le iniziative e le proposte dei cittadini;

Firmare e diffondere la petizione sul sito di Avaaz.

Partecipare e invitare tutti i tuoi amici a “La notte della rete“, dal 5 luglio sera: quattro ore no-stop in cui si alterneranno cittadini e associazioni in difesa del web, politici, giornalisti, cantanti, esperti.

Partecipare a una delle manifestazioni che si stanno a preparando a Roma e indiverse città.

Se sei un blogger infine scrivi un post, usando il logo sopra e riportando i link qui sopra, diffondendolo il più possibile tra amici e conoscenti.

[Fonte: Piovono rane]

| 0 commenti ]

Omnibus ex nihilo ducendis sufficit unum (G. W. Leibniz)

Per trarre tutte le cose dal nulla basta l’Uno”.  Così è scritto su una medaglia intitolata “Imago Creationis”, disegnata da Leibniz nel XVII secolo, per “Mostrare alla posterità, in argento” la sua scoperta del sistema binario.   Per me, che , nella fantasia di bambino prima e poi, per lavoro o per hobby, ho sempre avuto a che fare con l’informatica, i computer, i linguaggi di programmazione e l’intelligenza artificiale, è stata una sorpresa scoprire l’esistenza di questo oggetto.  Ne parlava, questa mattina a Radio 3Edoardo Camurri, durante la sua quotidiana e sempre interessante, rassegna stampa delle pagine culturali dei giornali.

LeibnizMedaille Il sistema di numerazione binario, la rappresentazione di tutti i numeri con le sole due cifre 0 ed 1, è alla base del funzionamento di tutti i moderni computer.  Leibniz  comprese in pieno l’importanza della sua scoperta per l’automatizzazione del calcolo, tanto che lui stesso progettò una macchina in grado di moltiplicare due numeri tramite l’impiego di addizioni successive.

leib_2  Leibniz, per i limiti della tecnologia della sua epoca, non riuscì a costruire un prototipo funzionante della sua macchina moltiplicatrice.  Fu realizzata solo nel 1920.

Ma la simbologia che illustra la medaglia va parecchio oltre la semplice matematica e vuole indicare come l’Uno, rappresentato dal Sole, sia in grado di produrre ogni aspetto della creazione (ogni numero possibile) dal nulla assoluto (lo Zero).    Partendo da questa intuizione di base, Leibniz arriva a vedere nella rappresentazione binaria una serie di simboli metafisici indicanti verità che si accordano con la sua filosofia e con i dogmi della religione Cristiana. 

Per un approfondimento, vedere Leibniz e il computer della creazione l’articolo di Andrea Vaccaro su Avvenire di oggi.

Qui sotto, la macchina calcolatrice di Leibniz in azione.  Nel primo video la somma di due numeri, nel secondo una moltiplicazione.